Le costellazioni familiari e sistemiche sono uno strumento psicoterapeutico potente ed efficace, utile ad affrontare tematiche, familiari e non, che generano all’interno del sistema in cui si manifestano, conflitti, sofferenze, irretimenti, trasposizioni, e più in generale malessere. Costellare un tema, affiancati da un facilitatore, offre l’opportunità di vederne le dinamiche sottese e, a partire dalla presa di coscienza di ciò che emerge rispetto al tema, consente di intervenire adeguando tali dinamiche a un ordine funzionale al benessere del sistema stesso.

Ciò che caratterizza il lavoro con le costellazioni è il suo operare a livello di sistema. Il livello sistemico si differenzia nettamente da quello psicologico (che è più propriamente interpretativo), da quello psicoanalitico (la cui architettura è fondata sul simbolismo), come da qualsiasi altro tipo di approccio. Lavorare a livello di sistema consiste nel focalizzarsi sulle relazioni che sussistono tra gli elementi che compongono il sistema , sia esso il sistema-famiglia sia esso qualsivoglia altro genere di sistema (una squadra sportiva, un’azienda, una classe scolastica, ecc.). Una volta lasciate emergere tali relazioni esattamente quali sono, senza giudizio, lo strumento costellativo consente di ripristinare eventuali ordini violati, responsabili direttamente o indirettamente di un determinato stato di sofferenza.

Il presupposto di base è che in un sistema vigono degli ordini che, impostando ruoli e relazioni tra i componenti, sono coessenziali al suo funzionamento. Il rispetto di tali ordini fortifica il sistema e tutti i suoi componenti; la loro trasgressione indebolisce al contempo i singoli e l’insieme.

Premesso che le sessioni individuali possono svolgersi secondo modalità differenti sebbene equivalenti, le sessioni di gruppo avvengono in cerchio e consistono in vere e proprie rappresentazioni, dove i sistemi stessi vengono inscenati grazie al contributo dei partecipanti. Durante le sessioni di gruppo, ciascuno ha la possibilità di mettere in scena un proprio tema come anche di rimanere a disposizione degli altri, fungendo da rappresentante per le costellazioni altrui. Di fatto, un lavoro di costellazione è sempre un’occasione di lavoro per tutti i componenti del cerchio. Come tutti i presenti sono in una condizione di disponibilità a dare (per esempio offrendosi come rappresentante per le sessioni di lavoro altrui), così tutti i presenti sono in una condizione di possibilità di ricevere. E ciò che si riceve in ciascun frangente, è esattamente ciò che in quel momento a ognuno serve.

Chi si propone per costellare un proprio tema, può voler lavorare sulla famiglia di origine come anche sulla famiglia attuale, magari partendo dal rapporto che ha con un familiare specifico; oppure può portare come tema quello del rapporto con il denaro, con il cibo, con il proprio lavoro; un tema può anche consistere in una sensazione (fisica e non), uno stato emotivo (ansia, tristezza, paura, angoscia), un pensiero fisso. Queste citate sono le casistiche più comuni. Vero è che non c'è questione che, posta correttamente, non possa costituire un tema da costellare.

Per partecipare a una sessione di costellazioni familiari e sistemiche non è necessario condividere alcun tipo di credenza. Chiunque, anche il più scettico, può prendervi parte e trarne beneficio, senza, per questo, cambiare convinzione e atteggiamento.

Il metodo delle Costellazioni familiari deve la sua scoperta e la sua divulgazione a Bert Hellinger, psicoterapeuta tedesco nato a Colonia nel 1925.Vissuto a contatto con la popolazione tribale degli Zulù per circa 16 anni, Hellinger in terra d’Africa ha avuto l’intuizione che vi fosse una struttura arcaica inconscia, comune a tutte le società umane, e che in ciascuna comunità, nel grande come nel piccolo, vigessero trasversalmente i medesimi ordini, da lui chiamati “ordini dell’amore”, ossia l’ordine di gerarchia, di appartenenza ed equilibrio tra il dare e il ricevere. Oggi il metodo costellativo di Bert Hellinger si è evoluta in quella che lui stesso definisce “Scienza dello Spirito”. Per un approfondimento, vasta è la letteratura disponibile riguardo a Hellinger e allo strumento psicoterapeutico da lui promosso, come numerose sono le informazioni accessibili in rete.